« Fornitore di servizi media audiovisivi o piattaforma di hosting ? | Principale | Innovazione "disruptive" dalla FCC »

08/04/2011

Commenti

alessandro

ma nessuno dice mai che la diffusione di internet (fisso e mobile) c'è anche grazie a Google e Facebook??? cosa sarebbe internet senza contenuti? chi si farebbe un abbonamento per una adsl se poi non sa cosa farsene?

Marco Cremonini

A parte questa definizione di "over the top" che mi fa venire l'orticaria ogni volta che la sento, ma pazienza, non è l'unica, dico solo che le telco sono spettacolari, prima cercano di fare soldi rifilando a chiunque si distragga connessioni domestiche ultraveloci il cui unico (o quasi) scopo noto è di scaricare film piratati a ritmi industriali (facendo finta di non saperlo, visto che hanno tutti i dati sotto al naso), poi boicottano in tutti i modi subdoli possibili il wi-fi pubblico, infine non contente adesso vogliono una fetta dei ricavi degli "over the top" buttandola un po' sul Robin Hood de' noantri ("non vogliamo aumentare i prezzi") e un po' sul minaccioso ("il piano politico"). Intanto in Europa hanno quasi tutti connessioni migliori e prezzi più bassi.
Dopo le cause in tribunale anti Google e l'installatore di router wi-fi con il bollino, ci manca solo la tassa Facebook e poi possiamo anche dichiarare morta ogni speranza di fare qualcosa di decente in questo paese.

Marco Cremonini

Ah, tanto per aggiungere veleno, a un recentissimo convegno, l'AD di una importante società operante nel campo delle telecomunicazioni ha detto, en passant mentre discuteva di cloud, cito testualmente: "blablabla...l'ormai obsoleta idea di net neutrality...blablabla"
E tanti saluti al dibattito ancora in corso.

J.C. De Martin

Scusate l'autocitazione, ma le analogie tra l'ANSA e questo mio articolo su Nova di qualche tempo fa mi mettono quasi i brividi: http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2011-03-17/pedaggi-uguali-tutti-064612_PRN.shtml

Andrea Dolci

Pare che l'Anas e la Societa' Autostrade abbiano mandato una lettera alle principali case automobilistiche reclamando un fee per ogni macchina venduta sul mercato italiano.

twitter.com/alessiodd

Maeco, chi di "free ride" ferisce di "free ride" perisce... Non prima di aver tentato qualche goffo colpo di coda.

Gabriele Levy

Nel lontano 1995 portai in Italia per primo la tecnologia VOIP, localizzando il primo software di telefonia via Internet che era stato realizzato in Israele.
Telefonai a Telecom decine di volte cercando di parlare con la direzione per fargli capire quanto era importante questa tecnologia, ma non ci fu niente da fare, dal primo all'ultimo erano completamente sordi.
Bernabe' farebbe bene a controllare se i suoi dirigenti in Telecom sono ancora gli stessi, che non capiscono niente di tecnologie avanzate, prima di lamentarsi di Google e Facebook...

Stefano Quintarelli

vocaltec, per la cronaca...

Elisabetta Comini

Ebbene sì, periodicamente il discorso ritorna. Tempo fa l'idea "vincente" era quella dei contenuti..le telco come media company. Poi hanno capito che essere una media company non è così facile (vd. competenze diverse da quelle delle telco, la questione/i costi dei diritti, la competizione forte di altre piattaforme da tempo sul mercato, ecc.). E ora? Poche idee...e confuse (anche qui basta leggere i documenti presentati periodicamente agli analisti..l'innovazione dove è?). E nel frattempo? L'innovazione viene fatta dagli altri...e loro stanno a guardare

Antonio

@Marco Cremonini. Facciamo qualche nome che ogni tanto può tornare comodo: "ing. Stefano Pileri". A quell'evento c'ero ed il suo intervento, per quanto comunicativo (lui è bravo sul palco), era terrificante nei contenuti. Purtroppo quando ho fatto la tavola rotonda era già andato via, avevo preparato un attacco frontale al quale mi sarebbe piaciuto ascoltare la sua replica.
Ora gli azionisti industriali di Stefano Pileri sono Telecom e Cisco ed è esattamente questo lo "spaccato" della guerra agli OTT attraverso la negazione della netneutrality: gli interessi di soggetti che stanno annaspando in questo momento e che vedono nel modello "chiuso" o meglio: "ad apertura controllata" della rete e dei servizi la stabilizzazione dei propri problemi.
Nell'intervento Pileri è arrivato a teorizzare che "Cloud è meglio" se è nel walled garden 2.0 della telco perché solo così può essere Cloud "serio".
Ora capisco il "forzare lo scenario" per rappresentare gli interessi degli azionisti ma insultare la propria intelligenza non è mai una posizione strategica vincente.

Del resto è anche vero che nessuno di noi prende una posizione chiara e seria smontando, evidenziando il ridicolo, le motivazioni in questioni (Pileri, Bernabè e altri... il disco è lo stesso e lo ripetono per inerzia ma appare chiaramente che non sanno di cosa parlano).

Bubbo Bubboni

Il videotel. Quello che hanno in testa le telco è sempre e solo il videotel (walled garden è il nome più tecnico, ma non coglie tutta la stupidità del modello perché non richiede "standard" obsoleti ma creati per l'occasione. E' vero che sull'IP alla fine hanno ceduto, ma restano sempre i livelli 4-7 dove inventarsi assurdità a manetta).

E' davvero un peccato che gli utenti abbiano le loro applicazioni e le loro motivazioni per usare la rete perché l'incomprensione con le telco genera ormai da decenni uno spettacolare attrito tecnologico che, come insegna la fisica economica, dissipa ricchezza.

Quello che però non sono ancora riuscito a capire (e sono sempre ghiotto di dettagli e ragionamenti dal ns. ospite su questo tema :) è come sia possibile che la mente di persone anche valide sia, in questo particolare ambito, programmabile una sola volta nella vita. E dire che ne sono passati di esempi, ma loro niente: sempre l'idea di dover fornire TUTTO a tutti, pena il disastro totale. Ho anche preso in considerazione il fatto che tanti dei soliti hanno la/le loro aziendine, ecc. ecc. ma non basta a spiegare questa ostinazione.

Anche il periodo del monopolio, l'IRI, ecc., in cui molti di loro sono "nati", non è una spiegazione valida perché all'epoca c'era l'idea di dare tutto ma solo nell'ambito della fettina assegnata e perché la relazione con il mercato non esisteva neppure di striscio, mentre il walled garden vuole arrivare al mercato sia pure in modo distorto.

Per me resta un mistero della cui esistenza il 2.0, google o la cloud possono solo essere una nuova riconferma.

cico

Italia, paese di furbi ... e di smemorati di Collegno!

Chi si ricorda le battaglie della (e nella) CEE, anni '80, sulla liberalizzazione dei servizi di telecomunicazioni e trasmissione dati?

I commenti per questa nota sono chiusi.